Alcune volte rinunciamo a sognare perché riteniamo che i sogni, almeno per noi non si potranno mai realizzare.

Ma è proprio così?

In verità non siamo disposti a pagarne il prezzo, abbiamo paura di scoprire di non esserne all’altezza rinunciando così di vivere la vita che avremmo voluto.

Preferiamo continuare a lamentarci di come è cattivo e ingiusto il mondo, particolarmente con noi.

Mi è capitato di parlare con un impiegato in una ottima società di trasporti, un impiego che molti ambirebbero ad avere e che invece lo rendeva insoddisfatto.

Gli ho chiesto cosa avrebbe voluto fare e mi ha detto che avrebbe voluto gestire un agriturismo di proprietà.

Gli dissi: cosa ti impedisce di realizzarlo? In risposta ho avuto: la mancanza di soldi e, in quanto separato, la responsabilità del mantenimento dei propri figli.

Quindi non poteva permettersi di fare nulla di azzardato, non aveva scelte.

Per aiutarlo a capire se il suo desiderio fosse un vero obiettivo o un alibi, gli proposi di guardare le cose da una prospettiva diversa e che se fosse stato disposto a pagarne il prezzo, di volerlo veramente con tutto se stesso, avrebbe potuto iniziare a realizzarlo subito.

Ad esempio, per iniziare, poteva trovare un impiego, alternativo all’attuale che non lo soddisfaceva, presso un agriturismo. In fondo un passo di avvicinamento verso la direzione voluta.

Da lì in poi tutto sarebbe stato possibile: capire se era veramente ciò che voleva, come e quali passi poteva fare da subito per la sua realizzazione.

Ha continuato a trovare mille obiezioni e scuse che non gli permettevano di uscire dalla sua attuale situazione.

Era semplicemente l’alibi per non pagare il prezzo richiesto: vincere le proprie paure è assumersi la responsabilità delle proprie scelte.

Ciò lo ha portato comunque, nel giro di un paio di mesi, a perdere anche il lavoro “sicuro” che aveva.

 Quindi Vi chiedo?

Quali sono gli alibi che Vi stanno impedendo di realizzare pienamente Voi stessi e la Vostra vita?

La vera felicità sta nel condurre una vita in armonia con i propri valori e con i conseguenti obiettivi.

Fate chiarezza sui vostri “valori” (rispondono al perché volete ciò che volete) e una volta stabilito i conseguenti obiettivi (cosa volete) ricordatevi sempre durante il percorso, “perché” intendete realizzarli.

Il rischio è che alla prima difficoltà, non avendo un perché abbastanza forte, si abbandona o si cambia l’obiettivo.

Se gli obiettivi sono troppo grandi, con un alto gradiente di difficoltà rispetto alla vostra attuale posizione,  fate in modo di frazionarli in micro obiettivi più abbordabili e iniziate dal primo.

Saprete così che andate nella direzione della vostra realizzazione e questo vi farà essere forti e tenaci, capaci di non mollare o cambiare direzione e nel contempo godervi pienamente il viaggio fino alla destinazione tanto ambita.

Il Coach: Rosario Allotta

 

 

No Comment

You can post first response comment.

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.